Perchè cambiare look ad un Armadio vecchio o fuori moda?

Furbescamente sei riuscito a coprire quella maledetta macchia di cioccolato sul divano con un bel copridivano in tinta con le tende.
Dopo anni e anni di estenuanti ricerche, hai finalmente trovato una soluzione ideale per le chiavi nell’ingresso di casa. I buchi fatti dai vecchi inquilini sono stati nascosti da un disegno di tuo figlio, saggiamente incorniciato.
Ma quell’armadio bianco in camera da letto tutto rovinato proprio non lo puoi più vedere.
L’armadio è vecchio, datato, oramai quasi del tutto rovinato dall’inesorabile passare degli anni, ma la sostituzione con un armadio nuovo e moderno ha una spesa non indifferente che al momento non puoi affrontare.
Cosa fare allora? Purtroppo la situazione appena descritta appare più comune di quanto si immagini, eppure l’alternativa c’è anche se non la si vede a primo impatto.
Con l’avvento dei tutorial a tema “fai da te“, il web impazza di idee economiche e veloci per dare una seconda vita a praticamente qualsiasi oggetto.
E anche armadi vintage possono tornare come nuovi, cambiando totalmente l’aspetto della stanza e ringiovanendo l’ambiente.
Le soluzioni possono essere le più disparate: ritinteggiare le ante magari di un bel colore brillante, scartavetrare i bordi per renderlo ancora più vintage oppure, come è di moda oggi, rivestire l’armadio con pellicole adesive apposite.
Si trovano in qualsiasi negozio di bricolage e hobbistica, ma anche nei supermercati più forniti e, ovviamente, online. Esistono delle più svariate fantasie, a tinta unita o con motivi più particolari, le pellicole adesive risultano oggi il giusto compromesso: economiche, pratiche e di facile impiego.
Inoltre rivestire ante dell’armadio oppure rivestire armadi a muro è più facile di quanto si pensi: basta armarsi di un righello per attaccare la pellicola dritta ed evitare eventuali bolle d’aria e forbici per tagliarla a misura.
I mobili in questione passeranno così dall’essere inguardabili all’essere splendidi armadi decorati! Inoltre il tutto può rivelarsi una divertente occasione per passare un pomeriggio tutti insieme in famiglia.
Da un noioso dovere a un’insospettabile piacere! Qualsiasi tipo di armadio può essere personalizzato: dalla credenza in cucina, al mobiletto all’entrata di casa, dalla vetrinetta in soggiorno alla cuccia del cane. Il rivestimento dei mobili sta riscuotendo un grande successo e sul web si possono trovare tantissime idee da cui prendere spunto.
Nato oltreoceano, questo piccolo diversivo ma dal grande potenziale ha raggiunto anche l’Europa e la nostra penisola, scalando le vette delle ultime tendenze in fatto di soluzioni di arredamento alternative. è il Nord Europa a tenere banco, con un’inventiva e una voglia di riciclare prime in Europa.
Le fantasie più gettonate al momento sono: effetto marmo, effetto cromato/metallico, l’oro rosa e il bronzo, le forme azteche e tribali, i mitici cerchi colorati anni sessanta e l’intramontabile bianco e nero in ogni sua declinazione.
Esistono anche pellicole adatte al rivestimento di mobili a effetto lavagna, su cui è possibile scrivere e disegnare grazie a comunissimi gessetti colorati.
Esistono poi quelle in tessuto: velluto, cotone, glitterate. Le ultime frontiere si aprono verso pellicole in carbonio con tecnologia antigraffio. Ce n’è davvero per tutti i gusti. Anche i prezzi variano: da quelle in rotolo a pochi euro, a quelle vendute al metro quadro più costose.
Insomma, prima di rassegnarvi all’idea di dover buttare quell’armadio antico di vostra nonna a cui siete tanto affezionati, provate a dare un’occhiata su internet e poi via di fantasia! è possibile anche usare più di una trama, decorare l’interno degli armadi a muro, o semplicemente le ante esterne. Sbizzarritevi e divertitevi!
E se mancate di creatività, basta scrivere su un qualsiasi motore di ricerca “come rivestire un armadio con pellicole adesive” e il gioco è fatto. Il bello delle pellicole adesive è che sono anche facilmente rimovibili o stratificabili, in caso vi stufino in fretta.
Un piccolo cambiamento come questo può giovare a tutto l’arredamento.
A volte basta un particolare per stravolgere un ambiente troppo statico o troppo minimal. L’intervento utilizzato per cambiare look alla stanza non deve essere per forza per mano di professionisti o, peggio ancora, esoso.
Mettiamoci in testa che possiamo fare tutto, basta avere gli strumenti giusti e lo spirito adatto! Quindi via libera al rivestimento mobili di tutta la casa.
Non resta che augurarvi buon lavoro e buon divertimento!

Perchè cambiare look ad un Armadio vecchio o fuori moda?

Furbescamente sei riuscito a coprire quella maledetta macchia di cioccolato sul divano con un bel copridivano in tinta con le tende.
Dopo anni e anni di estenuanti ricerche, hai finalmente trovato una soluzione ideale per le chiavi nell’ingresso di casa. I buchi fatti dai vecchi inquilini sono stati nascosti da un disegno di tuo figlio, saggiamente incorniciato.
Ma quell’armadio bianco in camera da letto tutto rovinato proprio non lo puoi più vedere.
L’armadio è vecchio, datato, oramai quasi del tutto rovinato dall’inesorabile passare degli anni, ma la sostituzione con un armadio nuovo e moderno ha una spesa non indifferente che al momento non puoi affrontare.
Cosa fare allora? Purtroppo la situazione appena descritta appare più comune di quanto si immagini, eppure l’alternativa c’è anche se non la si vede a primo impatto.
Con l’avvento dei tutorial a tema “fai da te“, il web impazza di idee economiche e veloci per dare una seconda vita a praticamente qualsiasi oggetto.
E anche armadi vintage possono tornare come nuovi, cambiando totalmente l’aspetto della stanza e ringiovanendo l’ambiente.
Le soluzioni possono essere le più disparate: ritinteggiare le ante magari di un bel colore brillante, scartavetrare i bordi per renderlo ancora più vintage oppure, come è di moda oggi, rivestire l’armadio con pellicole adesive apposite.
Si trovano in qualsiasi negozio di bricolage e hobbistica, ma anche nei supermercati più forniti e, ovviamente, online. Esistono delle più svariate fantasie, a tinta unita o con motivi più particolari, le pellicole adesive risultano oggi il giusto compromesso: economiche, pratiche e di facile impiego.
Inoltre rivestire ante dell’armadio oppure rivestire armadi a muro è più facile di quanto si pensi: basta armarsi di un righello per attaccare la pellicola dritta ed evitare eventuali bolle d’aria e forbici per tagliarla a misura.
I mobili in questione passeranno così dall’essere inguardabili all’essere splendidi armadi decorati! Inoltre il tutto può rivelarsi una divertente occasione per passare un pomeriggio tutti insieme in famiglia.
Da un noioso dovere a un’insospettabile piacere! Qualsiasi tipo di armadio può essere personalizzato: dalla credenza in cucina, al mobiletto all’entrata di casa, dalla vetrinetta in soggiorno alla cuccia del cane. Il rivestimento dei mobili sta riscuotendo un grande successo e sul web si possono trovare tantissime idee da cui prendere spunto.
Nato oltreoceano, questo piccolo diversivo ma dal grande potenziale ha raggiunto anche l’Europa e la nostra penisola, scalando le vette delle ultime tendenze in fatto di soluzioni di arredamento alternative. è il Nord Europa a tenere banco, con un’inventiva e una voglia di riciclare prime in Europa.
Le fantasie più gettonate al momento sono: effetto marmo, effetto cromato/metallico, l’oro rosa e il bronzo, le forme azteche e tribali, i mitici cerchi colorati anni sessanta e l’intramontabile bianco e nero in ogni sua declinazione.
Esistono anche pellicole adatte al rivestimento di mobili a effetto lavagna, su cui è possibile scrivere e disegnare grazie a comunissimi gessetti colorati.
Esistono poi quelle in tessuto: velluto, cotone, glitterate. Le ultime frontiere si aprono verso pellicole in carbonio con tecnologia antigraffio. Ce n’è davvero per tutti i gusti. Anche i prezzi variano: da quelle in rotolo a pochi euro, a quelle vendute al metro quadro più costose.
Insomma, prima di rassegnarvi all’idea di dover buttare quell’armadio antico di vostra nonna a cui siete tanto affezionati, provate a dare un’occhiata su internet e poi via di fantasia! è possibile anche usare più di una trama, decorare l’interno degli armadi a muro, o semplicemente le ante esterne. Sbizzarritevi e divertitevi!
E se mancate di creatività, basta scrivere su un qualsiasi motore di ricerca “come rivestire un armadio con pellicole adesive” e il gioco è fatto. Il bello delle pellicole adesive è che sono anche facilmente rimovibili o stratificabili, in caso vi stufino in fretta.
Un piccolo cambiamento come questo può giovare a tutto l’arredamento.
A volte basta un particolare per stravolgere un ambiente troppo statico o troppo minimal. L’intervento utilizzato per cambiare look alla stanza non deve essere per forza per mano di professionisti o, peggio ancora, esoso.
Mettiamoci in testa che possiamo fare tutto, basta avere gli strumenti giusti e lo spirito adatto! Quindi via libera al rivestimento mobili di tutta la casa.
Non resta che augurarvi buon lavoro e buon divertimento!

Rivestire la moto: come ringiovanire la mitica Vespa Piaggio PK50

Wrapping Moto: pellicole 3M Piaggio PK50

Mi sono avvicinato al mondo del wrapping moto perché desideravo donare una nuova vita alla mia vecchia Vespa Piaggio PK50, che a mio avviso, ha un fascino unico.

Affettivamente mi sento molto legato alla mia Vespa, non fosse altro per i tanti piacevolissimi ricordi che ho vissuto sulle due ruote quanto ero più giovane, ed è sicuramente questo il motivo principale per cui ho pensato di sottoporla a un restyling di qualità, al di là di questo tuttavia credo che la bellezza della Vespa sia fuori discussione: anche chi non ha un debole per il Vintage, secondo me, non può restare indifferente dinanzi allo stile della mitica Piaggio!

Dopo essermi informato sulle possibilità più interessanti con le quali avrei potuto rimodernare la mia Vespa ho scelto di optare, appunto, per il wrapping moto, una soluzione che mi è subito sembrata molto vantaggiosa e che mi sento assolutamente di consigliare a chiunque abbia esigenze di questo tipo, non solo per quanto riguarda gli scooter ma anche per moto di ben altra cilindrata.

Il moto wrapping è una tecnica che prevede l’applicazione di apposite pellicole adesive, le cosiddette pellicole wrapping, direttamente sui vari elementi del mezzo: per quanto riguarda la mia Vespa ho potuto eseguire il wrapping praticamente ovunque, incluse piccole parti quali gli specchietti, i parafanghi, i codini.
Il wrapping può dunque essere considerato un’alternativa alla verniciatura, un’alternativa che io valuto davvero ottima, anzi addirittura preferibile.

Il risultato finale che sono riuscito ad ottenere è impeccabile, ma al di là del mio caso il wrapping moto merita di essere preferito alla verniciatura anche per il fatto di consentire la realizzazione di tante rifiniture che sarebbe davvero difficile, se non impossibile, riuscire a ricreare tramite la verniciatura.

Come trascurare, inoltre, il fatto che il wrapping è una tecnica molto più agevole rispetto alla verniciatura, allo stesso tempo se si rimoderna uno scooter o una moto tramite il wrapping non si avrà difficoltà alcuna a modificarne nuovamente lo stile in futuro, qualora ne si avverta l’esigenza.

Sinceramente sono rimasto molto stupito del fatto che il wrapping sia ancora così poco conosciuto, anzi in verità mi sono stupito anche io stesso di non aver mai scoperto in passato quest’opportunità: in questa tecnica ho individuato solo dei punti di forza.

Per il mia Vespa Piaggio PK50 ho scelto una pellicola verde metallizzata, e il risultato estetico si è rivelato eccezionale: la mia Vespa ha cambiato completamente stile grazie a questa nuova colorazione, e sembra essere appena uscita dalla fabbrica.

Suggerisco molto caldamente la tecnica del wrapping moto a chi come me possiede una Vespa PK 50 S usata: la mia vecchia Vespa Piaggio è tornata a splendere, e sarebbe davvero un peccato rinunciare a un restyling estetico di questo tipo se il proprio scooter, per quanto datato, ha un motore in buone condizioni.
Personalmente ho avuto modo di conoscere soltanto il wrapping Vespa, dal momento che ho eseguito questo restyling solo su di lei, che tanto mi fa pensare agli indimenticabili anni Ottanta, ma sono sicuro che anche su mezzi di quel genere si possano ottenere degli ottimi risultati.

L’aspetto affettivo credo che abbia, sia per me che per tutti gli appassionati di due ruote, un’importanza primaria: forse potrei risultare esagerato (se non un pò matto!), dicendo che tra una moto e il suo padrone tende a crearsi un vero e proprio legame, soprattutto se la si possiede per lunghi anni, ma credo che per i veri appassionati sia proprio così.

Realizzare un wrapping moto è dunque un regalo che si fa a se stessi, anzitutto, ma anche al veicolo stesso: la nostra fedele compagna di tante avventure merita senza alcun dubbio di esser mantenuta nel miglior modo possibile.

Mettendo da parte questi aspetti “romantici” che da acceso appassionato, lo ammetto, sento particolarmente, eseguire il restyling di uno scooter o di una moto tramite le pellicole wrapping credo che sia vivamente consigliabile anche dal punto di vista economico.
Tramite una spesa assolutamente accessibile quale quella necessaria per un intervento di wrapping, infatti, il valore del veicolo cresce notevolmente, e questo aspetto va considerato con grande attenzione anche da chi ha in programma di vendere il proprio scooter o la propria moto, o semplicemente da chi non esclude questa eventualità.

Il wrapping Vespa che ho eseguito sulla mia vecchia Piaggio, dunque, è stato una vera e propria sorpresa: basta davvero molto poco perché il proprio veicolo a due ruote ritorni come nuovo.

 

Soluzioni innovative: i pavimenti galleggianti per esterni

Pavimenti galleggianti per esterni

I pavimenti galleggianti per esterni costituiscono una soluzione innovativa per rapidità, economicità, praticità e durevolezza

 

Solitamente, si associa l’idea di pavimento galleggiante (o flottante) agli ambienti interni, probabilmente perché l’utilizzo più frequente si ha in uffici e locali pubblici.
In queste situazioni, la pavimentazione flottante permette la massima facilità di gestione di impianti elettrici, cablaggi e canalizzazioni varie, oltre alla realizzazione di piani di calpestio a diverse altezze in maniera semplice e sicura.
In ambiente esterno, invece, l’utilizzo dei pavimenti galleggianti non è ancora così diffuso, probabilmente perché ancora non se ne conoscono bene tutti i vantaggi.
Posare una pavimentazione per esterni in maniera tradizionale significa fare i conti con:

  • sottofondi spesso non perfettamente piani e livellati, quando non del tutto sconnessi;
  • necessità di realizzare un piano di posa regolare che sia il meno soggetto possibile ad assestamenti nel corso del tempo;
  • dover affrontare la spesa di manodopera e materiali necessari;
  • considerare attentamente dove e come far passare eventuali canalizzazioni per gli impianti.
  • risultato finale non facilmente modificabile.

I vantaggi dei pavimenti galleggianti per esterni

I sistemi di pavimentazione flottante azzerano le problematiche viste in precedenza e risultano il sistema ottimale per:

  • Realizzare aree calpestabili in giardino, come un patio o un terrazzamento;
  • Creare vialetti e percorsi in giardini privati e pubblici;
  • Rivestire zone a bordo piscina, terrazze e balconi;
  • Pavimentare i dehors di bar, ristoranti e locali in genere, o aree calpestabili in stabilimenti balneari, parchi giochi eccetera;
  • Realizzare pavimentazioni che possono anche essere spostate e riposizionate.

I materiali utilizzati per le pavimentazioni flottanti da esterno possono essere molti, a seconda dell’impiego, ma tutti i prodotti regolarmente commercializzati da aziende leader del settore sono accomunati dalla robustezza, dalla durevolezza e dalla rispondenza alle norme di sicurezza vigenti.
I materiali più diffusi sono:

  • gres porcellanato: stabile, resistentissimo, antigelivo e disponibile in innumerevoli finiture; il gres è omogeneo in tutto lo spessore della piastrella, questo fa sì che, col tempo, l’aspetto si preservi pressoché inalterato.
  • listoni in legno massiccio: elegante e caldo, piacevole al tatto e facilmente riposizionabile; grazie ai trattamenti di finitura, i pavimenti galleggianti per esterno in legno sono molto resistenti all’usura e di facile manutenzione.
  • PVC e laminati: questo tipo di materiale offre una grande resistenza al calpestio ed è ottimo per ambienti di forte passaggio, anche perché è un buon fonoassorbente. Inoltre, grazie a delle vere e proprie tecniche di stampaggio, su questi pannelli si possono riprodurre texture analoghe a legni o materiali lapidei.

Il vantaggio più evidente dell’utilizzo dei sistemi di pavimentazione flottante in esterno è la facilità di superamento dei dislivelli: che si tratti di pochi millimetri che scendono o salgono dolcemente o di un balzo repentino, con le strutture regolabili di supporto messe a disposizione dei produttori si riescono a realizzare in poco tempo superfici perfettamente piane, gradini e rampe. Tutto il sistema è sempre facilmente regolabile e ispezionabile (i singoli elementi sono facili da sollevare e da rimettere a posto) e si mette in opera velocemente senza bisogno di lavori di muratura.
La consueta semplicità nel passaggio di cavi e canalizzazioni impiantistiche si apprezza ancora di più all’esterno, dove, in molti casi, i problemi da superare possono essere più complessi che all’esterno, specie nel caso frequente di un locale che occupa suolo pubblico: un’ulteriore punto a favore dell’adozione di pavimentazioni galleggianti.

Vuoi saperne di più? Richiedi senza impegno tutte le informazioni che ti servono: gli esperti di pavimenti galleggianti per esterni di Newfloor ti risponderanno al più presto!

 

Come rivestire un Bancone Bar

Bancone bar con rivestimento adesivo astratto


Occupandomi, come lavoro di applicare rivestimenti adesivi su “quasi” qualsiasi superficie, capita spessissimo di incontrare proprietari di bar, già operativi o in apertura, che mi chiedono Come si può rivestire un Bancone del Bar usato?

Quando mi riferisco ad usato, non intendo solo l’acquisto di un bancone usato da un altro proprietario, ma anche un’attività già operativa che ha l’arredamento di 15 o 20 anni fa, proprio come si vede dalle foto seguenti.

Decorare bancone bar usatoCos’è il Rivestimento del Bancone bar

Le fotografie che vedete sono relative ad un mio lavoro di riqualificazione di un bar che ha cambiato gestione.
E’ un intervento che potete fare voi stessi, con tante soddisfazioni, sia dal punto di vista visivo, sia economiche in quanto sapete meglio di me il prezzo dei banconi bar.

Come anticipato prima, le pellicole adesive possono essere utilizzate sia per un locale avviato, che ha necessità di fare un restyling al proprio bar, sia chi sta avviando una nuova attività e vuole risparmiare qualche soldo, facendo un ottimo lavoro.

Nel caso in cui il locale sia già aperto, il vantaggio di questa tecnica è, che non devi assolutamente chiudere l’attività, in quanto, non essendo una tecnica invasiva o rumorosa, si può applicare il nuovo rivestimento adesivo con il locale aperto senza disturbare la tua clientela.

Come rivestire un bancone Bar

Da diversi anni proponiamo online la vendita di adesivi per decorare le porte, rivolto ovviamente ad un pubblico casalingo, senza nessuna esperienza di applicazione.

Il risultato è stato strepitoso, la voglia di personalizzare l’interno delle proprie case e spesso di attività commerciali, pizzerie, uffici, studi professionali è stato dirompente.

Da qui è nata l’idea di introdurre la decorazione fai da te anche per i banconi del bar, siano essi nuovi, usati o addirittura creati in resina o legno.
In rete è presente un articolo, scritto da un architetto, dove consiglia altri metodi per personalizzare il bancone del bar, lo potete leggere QUI.

Come tutti i rivestimenti adesivi, anche per i banconi del bar, spediamo direttamente al vostro indirizzo le pellicole adesive plastificate nella misura richiesta, già rifilate e pronte ad essere applicate.

Le pellicole per i banconi sono plastificate, come tutti i nostri rivestimenti, questo permette, ovviamente, di avere un prodotto resistente e di lunga durata, ma soprattutto con la possibilità di essere lavato facilmente con prodotti per la normale pulizia di superfici piane, senza che siano troppo agressivi.

Particolare del rivestimento del bancone barIl wrapping del bancone o dei mobili

E’ sostanzialmente di questo che stiamo parlando, di pellicole per il wrapping (avvolgere) proprio come quelle utilizzate per le auto e le barche.

Solo che in questo caso stiamo parlando di come rivestire un bancone bar, ma ovviamente il principio può essere applicato anche ai mobili o a banconi di qualsiasi altra attività commerciale, tipo pizzerie, per fare un semplice esempio.

Rivestimento bancone bar prezzi

Il restyling del bancone del bar con le pellicole per rivestimento mobili crea sicuramente un gran risparmio economico, ma allo stesso tempo un gran effetto visivo.

Se sei interessato ad approfondire e farci domande specifiche, o addirittura vuoi ricevere un preventivo per la fornitura della pellicola adesiva, compila il modulo sottostante.

Contattami senza impegno per maggiori informazioni

[contact-form-7 id=”1091″ title=”Modulo contatto DEF”]

Boat wrapping | Pellicole adesive per cambiare colore alle barche

Boat wrapping: barca in mare dopo la decorazione

Il boat wrapping è una tecnica innovativa di personalizzazione estrema per dare una nuova veste alle imbarcazioni.

Si tratta di pellicole adesive, anche dette rivestimenti adesivi che posate da tecnici specializzati faranno risplendere la vostra imbarcazione.
Il wrapping barche è una tipologia di personalizzazione che si sta diffondendo sempre più, anche grazie alla testimonianza di personaggi importanti, quali Lapo Elckam e il Garage Custom Italia, come potete ammirare QUI, grazie alle sue caratteristiche principali, che sono: praticità, economia, fantasia e velocità di esecuzione rispetto ad un lavoro classico in cantiere navale, necessario per un restyling delle barche.

La personalizzazione può essere operata su qualsiasi elemento costitutivo, sia esterno che interno all’imbarcazione

boat-wrapping-opera-morta-completatat
Vorrei cambiare colore alla mia barca, ma in modo fantasioso e velocemente

Chissà quante volte ti sei fatto questa domanda, ma magari non sapevi dell’esistenza delle pellicole adesive per la nautica, utili proprio a questo scopo: cambiare il colore alle barche. Non sai cosa sono? Benissimo allora continua la lettura…

 

Adesivi per barche

Gli adesivi per barche sono speciali rivestimenti adesivi già colorati, le più performanti sono prodotte dalla 3M e dalla MACTAC, due aziende leader nella produzione di pellicole adesive,che possono essere applicate su qualsiasi superficie della barca, permettendo la massima personalizzazione estetica in modo pratico e veloce poichè si evita di dover ricorrere alla verniciatura tradizionale e ai conseguenti tempi di lavorazione necessari per la preparazione della superficie stessa.

Questo sistema viene incontro alle più estreme esigenze di personalizzazione e di design, adattandosi ai tempi e al budget.

Il wrapping è l’unione della competenza tecnica con l’utilizzo di speciali rivestimenti adesivi di alta qualità per la nautica, tutto ciò fa nascere questa rivoluzionaria possibilità della personalizzazione ai massimi livelli per farti avere una barca unica, solo Tua e con il Tuo Stile.

Boat wrapping prima e dopo la decorazione
Si evidenzia il prima e dopo la decorazione

 

Cosè il Boat wrapping?

Boat wrapping: decorazione scafo barca dettaglio
Particolare dell’oblò dove si nota la pellicola che si adatta perfettamente alla forma della barca.

Il boat wrapping è la possibilità, grazie ad apposite pellicole, di poter cambiare il colore allo scafo della barca o addirittura decorarlo con una stampa personalizzata, come nel caso dell’applicazione in foto, con fantasie o disegni che ricoprono l’intera superficie esterna dell’imbarcazione. Sarebbe stata fantascienza fino a pochi anni fa.

Le speciali pellicole adottano una micro tecnologia adesiva che permette loro di adattarsi perfettamente alla superficie, conformandosi alle forme dell’imbarcazione stessa, ottenendo un effetto pulito, senza bolle, garantito nel tempo e dall’alto valore estetico.

La personalizzazione, normalmente avviene scegliendo prima da cataologo, il tipo di finitura o rivestimento che preferite per la vostra barca, oppure, come anticipato in precedenza, far disegnare dal professionista il vostro motivo personalizzato.

Per poter garantire la massima durata del prodotto applicato, consigliamo sempre di utilizzare rivestimenti adesivi certificati e in grado di resistere alle sollecitazioni cui saranno sottoposte.
Oggigiorno circolano tante pellicole, prive di marca, magari acquistate nei negozi cinesi o chissà da quale provenienza.
Ricorda che non tutti gli adesivi sono uguali e non possono essere applicati dappertutto, non fidarti da chi propone gli adesivi barca a bassissimo costo, potresti pentirtene.

Wrapping barche, esperienza reale

Un wrapping barche reale, potete ammirarlo nelle immagini che vedi proposte in questo articolo, che ci sono state gentilmente concesse da Vincenzo de Benedetto, titolare dall’azienda Print&Office di Palagiano.

Il proprietario dell’imbarcazione, in questo caso, ha fatto la richiesta esplicita di un motivo personalizzato, voleva la sua barca unica in modo che tutti potessero ammirarla.

Vincenzo, che ha un’azienda di stampa digitale, specializzata sia nel car wrapping che nella decorazione di barche, non ha avuto alcun problema a realizzare un motivo grafico di design per la barca.
Ovviamente in questo caso la pellicola usata non rientra nel catalogo delle finiture già pronte, bensì ha stampato su una speciale pellicola per wrapping, chiamata anche cast o vinile fuso, proprio per la sua capacità di adattarsi a qualsiasi corrugazione o forma particolare della barca, ma soprattutto, non dimentichiamolo, deve resistere all’acqua di mare, e non solo.

La pellicola per poter garantire una robustezza estrema è stata anche plastificata.

Come si evidenza nelle foto, il colore era abbastanza “smorto”, ma con un tocco di design grafico e una precisa e delicata preparazione dello scafo, la differenza salta subito all’occhio.

I tempi di realizzazione sono stati velocissimi, in una settimana è stato proposto ed approvato il progetto grafico e in 2 giorni lavorativi è stata fatta l’applicazione della pellicola adesiva sulla barca.

Le foto parlano da sole…

Chi è adatto a scegliere il Boat Wrapping

Abbiamo stilato alcuni casi, in cui sicuramente ti potrai ritrovare, che potrebbero farti scegliere di rivolgerti ad un applicatore di pellicole adesive sulle barche:
* chi deve vendere la sua barca e vuole renderla più piacevole agli occhi degli acquirenti, non spendendo tanti soldi;
* chi vuole un protettivo ad elevata durata per lo scafo contro agenti esterni e raggi UV;
* chi vuole cambiare aspetto e anima della barca con un semplice cambio di colore;
* chi vuole risparmiare dei soldi rispetto alla verniciatura fatta in cantiere navale;
* chi non ha del tempo da dedicare alla cura e personalizzazione della propria barca;
* chi ha necessità di ridurre al minimo i giorni di inattività della barca in cantiere, mediamente la personalizzazione dura solo 2/3 giorni;
* chi si è stancato di lucidare e pulire lo scafo; infatti alle pellicole adesive in vinile servono solo acqua e sapone;
* chi vuole proteggere la propria barca da abrasioni e graffi dentro e fuori.

Una soluzione per le barche usate

Hai necessità di vendere la tua barca ma ha ormai uno scafo deteriorato dal tempo o ingiallito?
Il boat wrapping può venirti incontro anche in questa situazione, in economia rispetto ad una lavorazione da cantiere nautico, ma soprattutto con tempi decisamente più veloci.
Infatti il costo del boat wrapping incide in maniera sicuramente minore rispetto alla stessa lavorazione in cantiere nautico e questo è anche il motivo per cui è possibile dare maggior valore ad una barca con una semplice sostituzione di abito.

Se hai necessità di chiarimenti tecnici o sapere quale azienda più vicina a te può personalizzare le barche, contattaci pure compilando il modulo sottostante e… mi raccomando, se ti è piaciuto l’articolo condividiloooooo.

Grazie

Contattami senza impegno per avere maggiori informazioni

[contact-form-7 id=”1091″ title=”Modulo contatto DEF”]