Il blog per la decorazione e l'arredo della Casa

Il blog per la decorazione e l'arredo della Casa

Vuoi rinnovare i davanzali di casa senza cambiare le vecchie soglie? Ecco la soluzione per te

Prendersi cura della propria casa è importante, le condizioni della struttura dell’edificio influiscono notevolmente sulla qualità e la salubrità dell’ambiente in cui viviamo.

Chi almeno una volta nella vita ha ristrutturato casa lo sa, quando si avvicina quel momento sorgono mille dubbi e incertezze su quali siano i materiali e le tecniche migliori da scegliere per ottenere un risultato esteticamente bello e duraturo.

Il mantenimento della casa in buone condizioni è non è un concetto da sottovalutare; le infiltrazioni d’acqua possono dar luogo alla formazione di umidità a muffe, sgretolamenti e crepe che, oltre a penalizzare l’estetica dell’edificio, rischiano anche di provocare danni strutturali, rendendo l’immobile non sicuro.

Proprio a causa delle infiltrazioni d’acqua le facciate degli edifici sono spesso soggette a crepe, rigonfiamenti e sfarinature, ma non sono le uniche a subire gli effetti del tempo e degli agenti atmosferici. Uno degli elementi maggiormente esposti e soggetti a degrado sono i davanzali, spesso infatti capita che, a causa di un eccessivo ristagno d’acqua, si creino muffe e zone umide sotto il rivestimento, che va a comprometterne la funzionalità.

Soglie e finestre sono anche un punto cruciale per la coibentazione, essendo il maggior punto di incontro tra l’aria esterna e l’interno dell’abitazione, hanno il compito di mantenere separati i due ambienti garantendo così un buon isolamento termico e un risparmio di energia. Degli infissi o delle soglie in cattivo stato non sono in grado di garantire questa divisione.

Quali sono i principali metodi di ristrutturazione dei davanzali

Solitamente la ristrutturazione dei davanzali avviene sostituendo quelli vecchi e malridotti con quelli nuovi, di un materiale uguale o differente. Questa tecnica comporta però un doppio lavoro, infatti, per attuare la sostituzione è indispensabile procedere prima con la rimozione delle soglie già esistenti per poi passare al montaggio di quelle nuove.

I materiali più comunemente usati per i davanzali sono pietre naturali, come marmo e granito, che però sono tanto belli quanto delicati, e per questo sono maggiormente soggetti a deterioramento.

Una soluzione alternativa rispetto ai classici metodi, che comporta numerosi vantaggi, è il coprisoglia in vetroresina di Coprimuro.net che permette di rinnovare i davanzali di casa senza dover smontare le vecchie soglie. Ma com’è possibile?

Il Termosoglia di Coprimuro.net è un prodotto innovativo in vetroresina che va a rivestire le soglie già esistenti, rendendole impermeabili e resistenti, ed eliminando il rischio del ponte termico.

Quali comporta l’utilizzo della vetroresina?

I vantaggi dell’utilizzo di questo materiale versatile e resistente sono molteplici:

  • la posa di questo materiale non richiede la rimozione delle soglie esistenti, semplicemente agisce come una copertura;
  • può essere adattata a qualsiasi tipo di davanzale, la forma è completamente personalizzabile;
  • sono disponibili diverse colorazioni per integrare il davanzale nel resto della casa, creando il giusto abbinamento;
  • ha uno spessore di soli 8 mm;
  • ha una resistenza e durevolezza garantiti nel tempo;
  • non richiede nessun tipo di trattamento o manutenzione successiva alla posa.
  • è esteticamente bello da vedere.

Inoltre, uno degli aspetti più importanti riguarda la funzionalità, infatti, andando a rinnovare le soglie ormai logore, il coprisoglia in vetroresina ristabilisce l’efficacia del cappotto termico migliorando l’isolamento dell’abitazione e prevenendo il problema delle infiltrazioni e della formazione di umidità e muffa.

Proprio grazie a questa caratteristica, l’installazione del Termosoglia rientra nell’Ecobonus 110%, la ristrutturazione infatti contribuisce a migliorare notevolmente l’efficienza energetica riducendo la dispersione e lo spreco. I materiali utilizzati (vetroresina) sono inoltre dotati di certificazione CAM, ovvero rispettano i Criteri Ambientali Minimi promuovendo un modello di produzione eco sostenibile.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Chi ha letto questo articolo ha apprezzato anche...